COME APRIRE E COME ARREDARE UN NEGOZIO ALIMENTARI

Se hai in mente di avviare un’attività di questo tipo, allora starai certamente cercando informazioni su come arredare negozio alimentari e soprattutto su come fare per aprirne uno. Di seguito, se hai qualche minuto da dedicare alla lettura di questo articolo, potrai trovare qualche consiglio utile. Scegliere l’arredamento per il tuo negozio di alimentari è una scelta che deve essere fatta considerando, tra i tanti elementi quali il tuo gusto personale e le tue preferenze, anche due fattori fondamentali, uno interno al tuo negozio e uno esterno. Questi sono la zona e il tipo di prodotti che esporrai. La zona del negozio può influire sulla tipologia di arredamento in termini di assonanza o contrasto. Potresti voler decidere di aprire un negozio con uno stile e un design di totale stacco rispetto alla media del quartiere dove è situato, oppure decidere di mantenere lo stesso stile. Lo stesso principio è valido per la tipologia di prodotti che proponi, se di nicchia o comunque dal costo abbastanza elevato oppure più di tipo industriale. L’arredamento, più rustico, elegante, lussuoso o minimal potrebbe decidere di seguire questa linea oppure creare dei contrasti.

cta
Esaminiamo quindi 3 segreti per aprire e arredare un negozio alimentare di successo:

ECCO 3 SEGRETI PER APRIRE UN NEGOZIO ALIMENTARI DI SUCCESSO

1. L’arredamento e lo stile

Come arredare un negozio alimentari? L’arredamento è il primo aspetto da considerare: non è, infatti, solo questione di gusto personale, ma può rivelarsi uno strumento in grado di contribuire ad un aumento delle vendite e ad attirare un certo tipo di clientela. La scelta dell’arredamento giusto può determinare la riuscita o il fallimento dell’attività. La vetrina, l’insegna, i banconi e i banchi di esposizione che si possono osservare da fuori o appena entrati influiscono significativamente sulla percezione che il cliente ha del negozio e dei suoi prodotti e quindi, conseguentemente, sulla tipologia e quantità di prodotti acquistati. Per aprire un negozio alimentari dovrai quindi trovare un locale adatto al tipo di attività, con una metratura di almeno 80/90 mq, oltre ad un locale da destinare al magazzino. È importante valutare gli spazi interni del locale per poter gestire al meglio la disposizione dei frigoriferi e degli espositori, permettendo ai clienti di muoversi agevolmente in qualsiasi condizione. Se vuoi sapere come arredare negozio alimentari nel giusto modo, devi iniziare scegliendo uno stile preciso per gli arredi del negozio, devi dargli un’identità. Preferisci uno stile moderno? Uno stile minimal, industrial o altro? Lo stile che scegli deve trasmettere qualcosa, perché l’arredamento è la prima cosa che i clienti notano entrando nel tuo negozio. Creare un look accattivante, che richiami la clientela e la invogli a comprare, non è più così difficile: puoi affidarti, infatti, all’esperienza di aziende che si occupano proprio di questo, dalla progettazione alla fornitura dei macchinari ed elementi di arredo necessari. Quando si parla di come arredare un negozio alimentari, è bene non ragionare in termini di risparmio, se si vuole avviare un’attività di successo. Risparmiare sull’arredamento e sui macchinari può rivelarsi controproducente: investire sulla qualità, infatti, ti porterà a guadagni maggiori e potrai ammortizzare i costi nel corso dell’attività. Riassumendo:
  • Grandezza dei locali
  • Creare un look accattivante

2. La zona

Dopo aver analizzato come arredare un negozio alimentari, il secondo aspetto da considerare è la zona in cui avviare l’attività. L’ideale è aprire il negozio in zone popolose e frequentate, come centri storici e quartieri densamente popolati, oppure in zone con uffici, scuole ed università. Prima di scegliere, è bene analizzare la zona e verificare che non ci sia troppa concorrenza nelle immediate vicinanze. Per questo motivo occorre distinguersi, avere una propria identità, ma stabilire comunque se ci si vuole porre sullo stesso piano della concorrenza oppure elevarsi con una proposta di prodotti e un brand completamente diversi. Riassumendo:
  • Scegliere la zona
  • Distinguersi

3. I prodotti

Oltre all’arredamento, lo stile e la zona su quale altro aspetto è importante investire? La risposta è molto semplice: i prodotti e il loro assortimento. Investire sulla qualità è la mossa vincente. Un negozio alimentari, non essendo parte di una grande catena di supermercati, deve catturare la clientela proponendo dei prodotti unici e di qualità, magari biologici o a km 0, prodotti per celiaci e, perché no, per vegani. L’esposizione dei prodotti è inoltre fondamentale perché deve catturare l’attenzione del cliente ed invogliarlo ad acquistare. Per questo motivo, se vuoi sapere come arredare un negozio alimentari ed esporre al meglio la tua merce, dovresti rivolgerti ad un’azienda esperta del settore, che sappia guidarti ed aiutarti nell’avviare la tua attività nel migliore dei modi. Riassumendo:
  • Investire sulla qualità dei prodotti
  • Esporre al meglio la merce

QUANTO SPENDERE PER ARREDARE UN NEGOZIO ALIMENTARI?

Quanto spendere per arredare un negozio alimentari? Naturalmente non esiste un costo fisso standard quando si parla di arredamento. Come abbiamo visto precedentemente, quando si vuole avviare un’attività di questo tipo, non si può ragionare al risparmio. Investire sull’arredamento del proprio negozio significa attirare clientela sempre maggiore, invogliarla nell’acquisto di prodotti di prima qualità, diventare un punto di riferimento. È un investimento che ripagherà a lungo andare nel tempo. cta   Se hai bisogno di una consulenza gratuita in merito, non esitare a contattarci.

HAI QUALCHE DOMANDA?

Chiamaci ora cliccando qui sotto

095 4639 63

oppure compila il form!

Ti ricontatteremo entro 24 ore

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio